Truffe online come evitarle

Articolo di Lapo Bargagli Stoffi aka EG.IT


INTRODUZIONE

Nell’ epoca della rivoluzione digitale, anche i ladri si sono evoluti e quindi è facilissimo trovare online malintenzionati pronti a tutto per rubare i soldi di un mal capitato.
Oggi voglio darvi delle linee guida e dei consigli utili per poter intercettare un malintenzionato.
Spesso questa tipologia di truffe avviene su piattaforme come subito e kijiji quindi state molto attenti quando comprate da questi siti e diffidate a prescindere dal vostro interlocutore che se sarà un venditore onesto capirà e comprenderà la vostra posizione, non avrà remore a esaudire le vostre richieste e quindi siate diffidenti.

PAYPAL

PayPal

Innanzi tutto l’unica forma sicura di pagamento è paypal, purtroppo su certe transazioni la tassa di paypal equivale quasi al 50% di ricarico di un onesto venditore di conseguenza anche le persone oneste sono restie ad utilizzarla.
Però la tutela è così ampia che per la vostra sicurezza potete anche andare incontro al venditore e proporgli di smezzare le spese delle tasse ( che di solito ammontano al 3%).
Se il venditore si rifiuta perché paypal ci mette troppo a dargli il denaro, diffidate, è il primo importante campanello di allarme. Recentemente ho parlato telefonicamente col call center di Paypal che mi ha segnalato che non esiste più questa forma di trattenimento del denaro.
Ad ogni modo, anche esistesse, è la vostra tutela principale. 

CONTRASSEGNO

Potete optare anche per pagare in contrassegno ma è meno sicuro che tramite Paypal poiché esistono casi in cui il malintenzionato può inviarvi una scatola vuota con al suo interno un mattone e lo scoprireste solo dopo aver aperto il pacco.

BONIFICO

E’ importante che sappiate che il bonifico non vi tutela in alcun modo.
Inutile chiedere i documenti poiché questi personaggi spesso se ne procurano di falsi e con gli stessi aprono il conto in banca verso cui chiedono l’accredito; gli basta poi ritirare la somma per intero da un qualunque bancomat e il gioco è fatto.

COSA SI PUò FARE?

Nel caso in cui siete stati truffati vi consiglio:
- di segnalare l’annuncio incriminante 
- - di digitare il numero di telefono del truffatore su questo sito e segnalarlo
- di sporgere denuncia presso la polizia di stato o postale entro 90 giorni dall’avvenimento, per ulteriori info potete cliccare qui per scriverle
- cercare di mettersi in contatto con chi ha subito la stessa truffa

ATTENZIONE AI FINTI TRADER

Evitate sempre siti dove qualcuno si propone in maniera incognita di fare trading (o simili) per voi, in tal caso è difficile anche perseguirli per legge poiché diranno di aver perso i vostri soldi i un investimento sbagliato e voi non rivedrete più un centesimo.
Se volete fare trading valutate solo siti e portali accreditati, provate sempre il portafoglio virtuale prima di passare al reale e assicuratevi di avere il pieno controllo sui vostri soldi, dovete esser voi a poter decidere su cosa investire, per quanto tempo, che strategia adottare e se volete ritirare tutto dovete poterlo fare senza restrizioni e bloccando nell’immediato ogni sorta di movimento di trading.
Il trading è rischioso se non si sa cosa si sta facendo informatevi sempre prima di muovervi in questo senso.

CONCLUSIONE

Uno dei siti più sicuri rimane Amazon attraverso la quale potete acquistare in tutta sicurezza e in piena tutela, questo non esclude l'esistenza di altri ottimi shop online che sono altrettanto sicuri come Eprice ad esempio, Bangood e anche realtà più piccole.



Per verificarne l'affidabilità un buon modo è sempre controllare le recensioni attraverso i social, ad esempio, un sito con tante recensioni è un sito accreditato che vi assicura l'arrivo della merce.
Un sito ove si possono effetuare finanziamenti, generalmente è accreditato poichè le finanziarie richiedono almeno 2 anni di attività e controllano i fatturati per potersi tutelare loro stesse in primis.
State sempre attenti a come vi muovete e soprattuto ponetevi sempre questa domanda: il richio che sto correndo vale il risparmio?
E quando vi rispondete ricordatevi sempre che un oggetto usato spesso non ha garanzia e se succede qualcosa non vi è nessuno a cui rivolgersi.

Parola chiave: prudenza sempre!!